Due chiacchiere sulla distilleria Caroni


Il proprietario di una nota distribuzione di distillati in Italia, Luca Gargano, appassionato e ricercatore di distillati dimenticati, nell’ottobre 2004 si reca nei Caraibi per visitare la sede della storica distilleria Caroni dell'isola di Trinidad. Lo spettacolo che gli si presenta è terribile: la distilleria è fatiscente e ormai in disuso; lo zuccherificio con annessa la distilleria è di proprietà statale che decide nel 2003 di serrare i battenti. Vedendo che veniva utilizzato un sistema di imbottigliamento manuale e molto artigianale, il signor Gargano, incuriosito, cerca e trova grazie alla disponibilità dei vecchi lavoratori della distilleria, centinaia di barili di rhum, alcuni risalenti al 1974, usati per lo più per tagliare il rhum più giovane. Alcuni mesi più tardi alcuni di quei barili furono mandati in Italia per essere valutati e analizzati dal punto di vista qualitativo. I rhum risultarono eccellenti e fu deciso di imbottigliarli a pieno grado per mantenerne l’equilibrio. Fu l’inizio di un nuovo marchio e di una linea che conservano il respiro di un’epoca che non c’è più, ricchi di storia, aromi e profumi che non verranno mai più prodotti. Trovarne ancora qualche bottiglia è sicuramente un'emozione.



Il Rhum Caroni Extra Strong 104° Proof 15 anni di invecchiamento viene prodotto integralmente da canna da zucchero di Trinidad. Invecchiato ai Caraibi, l'etichetta richiama lo stile originario dei Caroni. La gradazione riportata a 52° dona vita a un rhum armonico e complesso, dal colore ambrato e ramato. Profumo di agrumi, albicocca disidratata, frutta secca insieme a idrocarburi, spezie e legno. Pungente e autentico, in bocca si sente potente e robusto, con note speziate, vanigliate, pepe e caramello. Una fortuna poterlo assaggiare!












34 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti